Monsieur 4000

03

La lunga storia di MONSIEUR 4000!

E’ nata  nel 2008, dall’idea di un visionario e dalla voglia di pochi amici, entusiasti e un po’ fanatici, di “fare un’impresa”: scalare il Vulcano Etna per ben 3 volte, da quasi tutti i versanti possibili. La prima volta, furono meno di una decina a partire per tentare l’avventura, e solo in tre a riuscire a completarla, ma tutti, anche coloro che avevano raggiunto i traguardi intermedi, si portarono dentro le sensazioni entusiasmanti di aver vissuto qualcosa di diverso, di nuovo, di importante.

Ed il loro entusiasmo, negli anni, è stato contagioso: l’idea è stata riproposta, gli inviti si sono ampliati, l’organizzazione si è perfezionata e il numero di partecipanti è cresciuto e si è esteso a numerose società ciclistiche, provenienti da diverse parti della Sicilia, ma anche del resto d’Italia.

Monsieur 4000 non è una gara ciclistica, non è un brevetto, non è un raduno: è l’occasione proposta, a chi vuole mettersi alla prova, di sondare e sfidare i propri limiti. Come recita la locandina “Non è una gara contro il tempo né una sfida tra ciclisti, bensì l’espressione massima di condivisione della bici con gli amici. Non c’è cosa più bella del ritrovarsi in gruppo, in salita, senza staccare nessuno, soffrendo e cantando insieme l’inno di Monsieur 4000: VOLARE!”

04

E dal 2013, la partecipazione si arricchisce di una nuova emozione, visto che “a Muntagna” è stata eletta patrimonio dell’UNESCO.

La partenza è “alla francese”, ovvero, dopo essersi registrato al check-point ed aver ricevuto il necessario per seguire il percorso ed arrivare ai diversi traguardi, ogni singolo partecipante, ogni gruppo di amici, può partire quando vuole, purché entro le 8,00. La manifestazione è assolutamente autogestita: ciascuno dovrà preoccuparsi della propria alimentazione e di gestire le scorte d’acqua alle numerose fontane lungo il percorso.

07

Il percorso completo prevede: partenza da Santa Venerina, discesa fino a Giarre e poi prima scalata al Monte Etna, dal versante nord, attraversando Piedimonte Etneo e Linguaglossa, fino a Piano Provenzana; poi si scende fino a Zafferana Etnea e si raggiunge Trecastagni e quindi Pedara, per cominciare la seconda scalata, lungo la strada Salto del Cane, fino al Rifugio Sapienza. Da qui, per i pochi eroi rimasti, si raggiunge in discesa Ragalna, per iniziare l’ultima scalata, di nuovo verso il rifugio Sapienza, attraversando il bellissimo bosco della Milia. Il percorso totale supera i 4000 m di dislivello complessivo, ma sono previsti due traguardi intermedi di tutto rispetto: a Piano Provenzana, con un dislivello di “soli” 1600 m, ed al primo arrivo al Rifugio Sapienza, con 3000 m.

Al completamento della prova, ogni partecipante che avrà raggiunto uno qualsiasi dei traguardi previsti, riceverà un attestato di partecipazione e merito, e ciascuno potrà poi godersi un meritato pomeriggio di riposo, rivivendo le emozioni  indelebili di “Monsieur 4000″ e riproponendosi il nuovo traguardo per l’anno prossimo!